ragazzi: mani conserte

Qui di seguito solo poesie, nient'altro che quelle che si potrebbero chiamare poesie. Belle, brutte che mi piacciono o non mi piacciono fa poca differenza. Sono stato indeciso sull'opportunità della loro 'pubblicazione', poi ho pensato che fossero un 'pezzo di storia impropria' soggettiva, quasi dei documenti. Forse avrei preferito cestinare tutto, forse sarebbe stato meglio, poi, ma perché no? Che male fanno? Sono solo un pezzo di storia impropria. Sono anche materiali acerbi e tosti e dunque caratterizzati da due disvalori, se presi separatamente, se uniti possono concorrere a formare un valore, un valore aggiunto su un volutamente segmentato e caotico diario e discorso su un'epoca.

diari di partenza futuribile (1977 - 1979)
veicoli non autorizzati (1979 - 1981)
tre anni inqualificabili e qualificabilissimi (1981 - 1984)
ultimi diari (1985 - 1994) 
ricordi in cantico assordante (1994) poemi di smaremmamento (1995 - 1996)




pagina precedente